La Germania ospita un gran numero di startup. Secondo il German Startup Monitor (2021) il Nord Reno-Westfalia (Land delle città di Düsseldorf e Colonia) ha registrato la più alta concentrazione di nuove imprese nel 2020, seguito da Berlino e Baden- Württemberg (Stoccarda). Altre regioni con grande densità di startup sono la Baviera (Monaco), la Bassa Sassonia (Hannover) e Amburgo. Anche città più ad est come Dresda e Lipsia diventano sempre più importanti poli di attrazione per la giovane imprenditoria.

 

I settori più rappresentati nella scena delle startup tedesche sono secondo il Monitor quelli dell’informazione e della comunicazione, il medico-sanitario e quello alimentare e dei beni di consumo. Seguono le industrie automobilistica e logistica, il settore bancario e assicurativo, quello edile ed immobiliare

Le startup tedesche mostrano anche un alto grado di internazionalità. In particolare, a Berlino e Monaco circa il 28% dei dipendenti proviene dall’estero, mentre ben il 21,6% dei fondatori possiede un background migratorio. 

Stando al Monitor, gli ecosistemi di startup di Berlino e Monaco sono percepiti come particolarmente positivi. La valutazione si basa su fattori come la vicinanza alle università e il contatto diretto con altre startup. Ulteriori aspetti che giocano un ruolo importante nell’attrattività di una città come hub per la giovane imprenditoria sono l’offerta culturale, i vantaggi politico-economici così come l’accesso al capitale e agli immobili per gli uffici. Quest’ultimo, tuttavia, è percepito come aspetto ancora molto carente in Germania dalla maggior parte dei fondatori e quindi necessita di misure concrete di miglioramento. 

Nel contesto della pandemia, molte startup hanno attraversato un periodo difficile e continuano a percepire le conseguenze della crisi. Nel 2021, le maggiori sfide riguardavano soprattutto la vendita di prodotti/servizi e l’acquisizione di clienti, lo sviluppo di prodotti e la raccolta di capitali. Il turismo, il tempo libero, lo sport e le industrie creative, così come l’HR, continuano tutt’oggi ad essere colpiti dalla pandemia, mentre la vendita al dettaglio online, le banche e il settore assicurativo hanno registrato una forte crescita. 

 

ITKAM a sostegno di startup e giovani 

Grazie al suo fitto network imprenditoriale, ITKAM rappresenta un osservatorio della scena delle startup italiane e tedesche. Inoltre, coordina vari progetti, molti dei quali finanziati dalla UE, con lo scopo di creare legami tra startup, imprenditoria affermata, istituzioni e poli scientifici. 

Dal 2014, ITKAM è ad esempio referente per la Germania del progetto EYE, un programma di tutoring per giovani imprenditori che vogliono acquisire esperienza internazionale e che dà a imprenditori esperti la possibilità di essere mentori in Germania. ITKAM è anche coordinatore tedesco per EYE Global, il programma di scambio per giovani imprenditori dell’UE con Canada, USA e Singapore. 

Da qualche tempo, siamo anche coinvolti in altri progetti Erasmus+. Questi includono Food4Brain Train, indirizzato alla giovane imprenditoria del settore alimentare e EU Eco Tandem, destinato a startup e imprese turistiche.

Insieme ad Unioncamere e tramite la piattaforma Excelsior, inoltre, ITKAM è impegnata in prima linea a contrastare la disoccupazione giovanile e a promuovere un più concreto matching tra offerta e domanda di lavoro. 

 

Per avere maggiori informazioni sul mondo delle startup in Germania contatta:  

Linda Schmittmann
Tel: +49 (0) 30 24 31 04 12
Email: lschmittmann@itkam.org

News

  • Modifica della legge tedesca sugli imballaggi

    Nuovi obblighi dal 1° luglio 2022
    Scopri di più
  • Galileo Galilei – SCIENCE & SPACE Festival 2022

    ESA - ESOC aprono le loro porte
    Scopri di più
  • SA MESA SARDA 2022

    Seminari online e Incoming Buyer per le aziende sarde del settore food
    Scopri di più
  • #STAYEXPORT 2022

    Focus su #Digitalizzazione e #Sostenibilità
    Scopri di più