Con l’obiettivo di informare i fornitori italiani sulla nuova legge tedesca sulla due diligence della catena di fornitura, ITKAM – Camera di Commercio Italiana per la Germania e.V. in stretta collaborazione con AIAS, l’Associazione Italiana Ambiente e Sicurezza, organizza a Ravenna il 19 novembre 2022 dalle ore 10.00 un convegno dal titolo “SOSTENIBILITÀ E SVILUPPO – Gli operatori italiani a confronto con la nuova legge tedesca sulla due diligence nelle catene di fornitura”.

Con l’entrata in vigore della legge sugli obblighi di approvvigionamento della catena di fornitura il 1° gennaio 2023, sono previste severe sanzioni per le aziende tedesche che, nelle loro catene di fornitura globali, non riescano a garantire

– rispetto dei diritti umani,

– sicurezza sul posto di lavoro,

– protezione dell’ambiente e sostenibilità.

Rinnovo della legge di particolare importanza per i fornitori italiani

Si tratta di un cambiamento di grande importanza per le relazioni economiche bilaterali tra Germania e Italia, che quest’anno celebrano il loro 130° anniversario. L’importanza della Germania come primo Paese per l’Export dei prodotti italiani è dimostrata dai dati del 2021, senza tener conto del calo del 2022 dovuto alla pandemia. Tra i principali beni esportati lo scorso anno figurano macchinari e attrezzature, prodotti chimici, farmaceutici e botanici, metalli e prodotti in metallo, prodotti tessili/abbigliamento, mezzi di trasporto, prodotti alimentari, comprese le bevande, e prodotti del tabacco. L’Emilia-Romagna tra le maggiori esportatrici verso la Germania sarà la prima regione italiana ad ospitare, il 19 novembre 2022, l’appuntamento di ITKAM e AIAS sulle più importanti novità della legge sulle filiere.

A quali aziende si applica la nuova legge sulla catena di fornitura?

Dal 1° gennaio 2023, la legge tedesca sulla catena di fornitura entrerà in vigore per le aziende con sede in Germania e con più di 3.000 dipendenti. Nel numero di dipendenti sono inclusi anche i dipendenti distaccati all’estero. Anche le aziende straniere con una filiale o una consociata in Germania rientrano nel campo di applicazione del Supply Chain Act.

Dal 1° gennaio 2024, il Supply Chain Act si applicherà alle aziende dai 1.000 dipendenti in poi.

Chi controlla la conformità e cosa succede in caso di violazione?

Responsabile del monitoraggio della conformità alla nuova legge sarà l’Ufficio federale per l’economia e il controllo delle esportazioni. Sebbene non sia prevista la responsabilità civile in caso di non conformità, l’autorità di controllo potrà imporre sanzioni coercitive e amministrative. In caso di multe particolarmente elevate, le aziende dovrebbero anche poter essere escluse dalle gare d’appalto pubbliche per un massimo di tre anni.

Relatori della conferenza del 19.11.2022 e registrazione e link per lo streaming

La conferenza dal titolo “Lieferketten – Sostenibilità e sviluppo” si terrà sabato 19.11.2022 alle ore 10 nella Sala Cavalcoli presso la Camera di Commercio di Ravenna. ITKAM ed AIAS sono lieti di dare il benvenuto a rinomati esperti di relazioni economiche italo-tedesche, tra cui il presidente ITKAM Emanuele Gatti. Tra i relatori figurano il rappresentante ITKAM per l’Emilia-Romagna e avvocato a Bologna e Francoforte, Roberto Sammarchi, nonché l’avvocato Marilena Bacci dello studio legale Dolce-Lauda, membro ITKAM, di Francoforte.

La partecipazione è gratuita per le aziende interessate, ma è necessaria la registrazione via e-mail a segreteria@networkaias.it o info@itkam.org : Per le aziende interessate che non possono partecipare di persona, è possibile seguire l’evento in livestream a questo link.

 

Per maggiori informazioni:

Alessandra De Santis

+49 (0)175 5907071

adesantis@itkam.org

News

  • HIGH-GROWTH PROGRAMME EU DIGITOUR

    Training e micro-finanziamento per PMI del turismo
    Scopri di più
  • MOBILITA’ ERASMUS+ NEL SETTORE TURISMO

    Study Visit a Berlino per 6 studenti pugliesi
    Scopri di più
  • Job&Orienta 2022 a Verona

    Focus sull’orientamento professionale
    Scopri di più
  • Settimana delle start-up 2022 in Germania

    Scopri di più