Nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), il Governo Italiano ha destinato parte dei fondi europei al potenziamento delle imprese italiane.

Per il 2023, il Ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, ha firmato il decreto che finanzia con 350 milioni di Euro i centri di trasferimento tecnologico in Italia. Questi sono diffusi in tutta la Penisola con 50 poli e rendono le tecnologie avanzate strumenti fruibili per le aziende, a cui offrono anche percorsi di riqualificazione delle competenze.

La misura, prevista dal PNRR alla missione 4, e intende potenziare e estendere, da un punto di vista tematico e territoriale, i Technology Transfer Offices (TTO) al fine di incoraggiare l’erogazione alle imprese di servizi tecnologici avanzati e innovativi.

Oltre a questa misura di supporto indiretto, il Ministero ha stanziato dei fondi direttamente destinati a incentivi per investimenti da parte di imprese e persone fisiche. Tra questi, incentivi per investimenti in beni strumentali e nella mobilità sostenibile.

 

Accesso al credito per investimenti in beni strumentali

Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy mette a disposizione l’agevolazione per investimenti in beni strumentali da parte delle PMI.

La misura, anche chiamata “Nuova Sabatini” ha l’obiettivo di facilitare l’accesso al credito delle imprese e di accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese. L’agevolazione sostiene le piccole e medie imprese nell’acquisto o nell’acquisizione in leasing di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali.

Possono richiedere l’agevolazione tutte le micro, piccole e medie imprese di tutti i settori produttivi, ad eccezione di quelle operati nel settore finanziario e assicurativo.

Per poter richiedere l’incentivo, l’impresa deve avere sede legale o una unità locale in Italia.

Le agevolazioni consistono in nella concessione da parte di banche e intermediari finanziari di finanziamenti imprese per sostenere gli investimenti previsti dalla misura. Inoltre, è previsto un contributo da parte del Ministero rapportato agli interessi sui finanziamenti.

Per saperne di più: Beni Strumentali – Nuova Sabatini

 

Ecobonus – Mobilità Sostenibile

Per il 2023 sono stati stanziati 630 milioni di euro per l’acquisto veicoli non inquinanti (autoveicoli, veicoli commerciali, motocicli e ciclomotori).

Il contributo è rivolto alle persone fisiche o giuridiche, che intendono acquistare veicoli non inquinanti, destinati al trasporto di persone o merci.

L’incentivo riguarda diverse categorie di veicoli:

  • Auto elettriche, ibride e a motore termico
  • Motocicli e ciclomotori elettrici e non elettrici
  • Veicoli commerciali elettrici

Il contributo viene riconosciuto come minor prezzo praticato dal concessionario in fattura al momento dell’acquisto.

Per saperne di più: Ecobonus – Mobilità sostenibile

 

Ulteriori informazioni sugli incentivi ministeriali sono disponibili a questo link.

ITKAM supporta le aziende ad avviare la propria attività e a sviluppare il business. Scopri di pù sui servizi ITKAM per le imprese.

News

  • Piattaforma di matchmaking progetto FEA-VEE

    Possibilità di networking nel settore moda e tessile
    Scopri di più
  • Destinazione Calabria

    Progetto di promozione della regione e delle sue bellezze
    Scopri di più
  • Bando congiunto italo-tedesco sulla ricerca nell’ambito dell’idrogeno verde

    Green Hydrogen Research: A collaboration to empower tomorrow’s energy
    Scopri di più
  • DIGISUSTAIN: l’iniziativa dedicata alla transizione ecologica e digitale

    Occasione unica per i soci ITKAM
    Scopri di più