Il progetto europeo MeMeVET è orientato a creare delle pratiche comuni e un curriculum standard a livello europeo per facilitare l’accesso al mondo del lavoro nei settori metallurgico e meccatronico; lo scopo è quello di aumentare le possibilità di impiego e facilitare la libertà di movimento di studenti e lavoratori del settore. L’obiettivo, tra gli altri, è il raggiungimento della cosiddetta “quarta rivoluzione industriale”, per favorire il processo di digitalizzazione dei settori metallurgico e meccatronico.

I settori meccatronico e metallurgico rappresentano almeno il 20% della forza lavoro in Europa. Una maggiore coordinazione è necessaria per il riconoscimento delle conoscenze e delle competenze comuni dei lavoratori.

Questo progetto di durata biennale è volto ad aumentare la mobilità degli studenti e dei lavoratori, consentendo loro di integrarsi con più facilità nel mondo del lavoro.

La strategia di implementazione è ben definita:

  1. Stimolare la trasversalità delle competenze creando degli appositi curriculum VET;
  2. Definire delle modalità di apprendimento comuni per creare delle “soft skills”;
  3. Sviluppare una e-card a supporto del CV VET.

Gli obiettivi del progetto MemeVET sono orientati a:

  1. Creare delle pratiche comuni e un curriculum standard a livello europeo per facilitare l’accesso al mondo del lavoro nei settori metallurgico e meccatronico;
  2. Aumentare le possibilità di impiego e facilitare la libertà di movimento di studenti e lavoratori del settore;
  3. Il raggiungimento della cosiddetta “quarta rivoluzione industriale”, poiché è necessario favorire il processo di digitalizzazione dei settori metallurgico e

Gli strumenti per il raggiungimento di questi obiettivi sono:

  1. L’identificazione delle abilità necessarie all’interno di questi settori;
  2. L’armonizzazione dei curriculum;
  3. La definizione di contenuti e strutture dei corsi di formazione a livello europeo;
  4. La creazione di una carta elettronica a supporto del curriculum stesso e di un portale web dotato di strumenti collaborativi;
  5. L’organizzazione di workshop che favoriscano scambi e nuove esperienze;
  6. L’attività di comunicazione e disseminazione delle conoscenze.

 

Qui è possibile visualizzare la Brochure del progetto in lingua italiana

 

Partner del progetto:

ITKAM – ITALIENISCHE HANDELSKAMMER FUR DEUTSCHLAND – Germania

CCIS – CAMARA DE COMERCIO E INDUSTRIA ITALIANA PARA ESPANA – Spagna

TUS – TECHNICAL UNIVERSITY OF SOFIA – Bulgaria

BCCI – BULGARIAN CHAMBER OF COMMERCE AND INDUSTRY – Bulgaria

CAARAGON – ASOCIACION CLUSTER DE AUTOMOCION DE ARAGON – Spagna

Presovska regionalna komora SOPKSlovacchia

UNIVERSITA’ TELEMATICA INTERNAZIONALE UNINETTUNOItalia

Istituto Tecnico Industriale Statale Alessandro VoltaItalia

ELCOM, SPOLOCNOST S RUCENIM OBMEDZENYM, PRESOV – Slovacchia

Klaster AT+RSlovacchia

Agenzia di sviluppo del distretto industriale COMETItalia

GENERALITAT VALENCIANA, IES TIRANT LO BLANCSpagna

AECIM – ASOCIACION DE EMPRESARIOS DEL COMERCIO E INDUSTRIA DEL METAL – Spagna

HighTech StartbahnGermania

POLOPNItalia

ZIPItalia

 

Disclaimer
The European Commission support for the production of this publication does not constitute an endorsement of the contents which reflects the views only of the authors, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained there in.