Esportare prodotti senza glutine nel mercato tedesco.

L’ intervista di MeinAllergiePortal a Vincenza D’Ambrogio, Senior Project Manager ed Export Consulting ITKAM, sulle opportunità per i prodotti per celiaci in Germania. L’ iniziativa GUSTO GLUTALIANO: un successo replicabile.

GUSTO GLUTALIANO, un evento di promozione export di successo.

Abbiamo già raccontato l’iniziativa organizzata da ITKAM a Lipsia e Francoforte nel 2015, insieme a Cna Roma e la Società celiaci tedesca (DZG). L’evento ha creato molte opportunità di business e contatti tra le aziende laziali produttrici di specialità alimentari senza glutine di alta qualità e gli operatori tedeschi del settore.

Per esempio, grazie all’evento GUSTO GLUTALIANO l’e-commerce Glusto già ha selezionato alcuni prodotti artigianali e biologici e li ha resi finalmente reperibili anche in Germania, un mercato molto ricettivo per prodotti alimentari italiani d’eccellenza.

Quello per i prodotti per celiaci Laziali è solo un esempio degli eventi a supporto dell’export possibili grazie alla consulenza e ai servizi offerti da ITKAM. Contattateci a info@itkam.org per qualunque richiesta.

L’ intervista di MeinAllergiePortal a Vincenza D’Ambrogio.

Ecco i punti di forza dell’iniziativa raccontati dalla Senior Project Manager ed Export Consulting ITKAM.

Intervista a ITKAM su Gusto Glutaliano prodotti celiaci italiani in Germania

 

Dott.ssa D’Ambrogio, Lei ha presentato in Germania il progetto “GUSTO ITALIANO – Glutalienisch Essen” in occasione di un evento informativo della Società Tedesca Celiaci (DGZ). Quali sono state le reazioni?

Con lo svolgimento del progetto in Germania abbiamo potuto parlare con numerosi clienti finali che hanno visitato il nostro stand e assaggiato prodotti senza glutine del Lazio. Eravamo interessati a conoscere la loro opinione sui nostri prodotti. Queste persone sono rimaste molto soddisfatte e avrebbero acquistato volentieri i prodotti in esposizione. Questi prodotti non erano e non sono tutt’ora disponibili sul mercato alimentare tedesco e perciò abbiamo contattato diversi importatori. Al momento stiamo trattando con alcuni di questi e siamo fiduciosi che presto alcuni dei prodotti presentati saranno in vendita anche in Germania.

Quante aziende hanno preso parte a questa iniziativa? E quali prodotti offrono?

In totale 15 produttori hanno partecipato al progetto: tuttavia, il numero di aziende produttrici di prodotti senza glutine in Italia raggiunge le centinaia. L’assortimento è vasto e molto simile all’offerta gastronomica italiana con tutte le sue numerose e saporite specialità. Ciò che volevamo raggiungere con questo progetto era promuovere sul mercato tedesco prodotti alimentari senza glutine di piccole imprese artigianali.

Lei conosce il mercato del “gluten-free” sia in Italia che in Germania. Quali differenze riscontra?

I consumatori tedeschi di prodotti senza glutine hanno solitamente a che fare con un’offerta proveniente da pochi grandi produttori. In Italia, accanto alla produzione industriale esiste un’ampia e interessante offerta di cibi artigianali senza glutine prodotti da piccole imprese. È significativo che l’Associazione Italiana Celiachia esista già da 35 anni, e che gli affetti da celiachia abbiano a disposizione pizzerie, ristoranti, alberghi, caffè e supermercati certificati e specializzati nel gluten-free. Questa differenza è dovuta da un lato alla grossa diffusione della celiachia in Italia: dati ufficiali riferiscono di oltre un caso su 100 nella popolazione italiana. Inoltre, bisogna menzionare anche il sistema di bonus per l’acquisto di prodotti senza glutine certificati: l’Italia è l’unico Paese europeo dove le persone affette da celiachia ricevono buoni acquisto dalle strutture sanitarie per acquisti nei supermercati e nelle farmacie.

Cosa manca nell’offerta del “gluten-free” in Germania?

In Germania manca una produzione locale di cibi artigianali senza glutine, che per me significa prodotti di migliore qualità. Manca anche la varietà, ovvero offerte specifiche per particolari gruppi di consumatori. Questo aspetto è ad esempio significativo alla luce del recente dato rilevato dal KiGGS (Studio sulla salute di giovani e minori in Germania) che ha accertato il maggiore tasso di casi di celiachia tra i giovani in Germania rispetto ad altri paesi dell’Europa e dell’America del Nord.

Per favore, mi spieghi nuovamente il ruolo della Camera di Commercio Italiana per la Germania in merito al progetto “GUSTO GLUTALIANO – Glutalienisch Essen”

La Camera di Commercio Italiana per la Germania (ITKAM) è un’organizzazione bilaterale non-profit che opera per promuovere le relazioni economiche e la cooperazione tra le imprese tedesche e italiane. Fondata nel 1911 da imprenditori e professionisti, la ITKAM è un’associazione di diritto tedesco ed è ufficialmente riconosciuta come Camera di Commercio Estera dallo Stato italiano. La ITKAM ha i suoi uffici nelle città di Francoforte, Berlino, Colonia e Lipsia, nonché uffici di rappresentanza ad Amburgo, Friburgo, Heidelberg, Torino, Verona e Milano.

 

Lascia un commento