Italia e Germania più unite per un’Europa della crescita: alcuni numeri contro gli euroscettici

emanuele_gatti

“Dopo l’introduzione dell’euro l’Italia ha aumentato l’export del manifatturiero del 48%. La Germania del 78%, trainando così anche l’export italiano. Sono questi i numeri dell’Europa che andrebbero comunicati.”

A raccontarlo è il Presidente di ITKAM Emanuele Gatti, intervistato dal German Times in vista del Forum Economico Italo-Tedesco che si tiene oggi a Roma.

Alla testata tedesca Emanuele Gatti parla del grande evento di Roma, ma anche di Europa ed euroscetticismo. Con una convinzione: Italia e Germania devono avvicinarsi ancora di più, per crescere insieme nel segno dell’Europa.

“Italia e Germania più unite per un’Europa che torna a crescere” è appunto il titolo del panel che oggi alle ore 16.10 vedrà protagonisti il Ministro per gli Affari Esteri Federica Mogherini e il Ministro federale per gli Affari Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier 

Qui il programma completo del Forum Economico Italo-Tedesco

Le imprese italiane guadagnano se l’export tedesco cresce

L’industria italiana e quella tedesca sono complementari. E dovrebbero approfittare di più dell’integrazione europea.

Un esempio: l’Italia è avvantaggiata dalla crescita dell’export tedesco. Si veda il settore dell’automotive dove i marchi tedeschi si affidano spesso a fornitori italiani.

“In quanto paesi cruciali per l’Unione Europea, Italia e Germania hanno il dovere di convincere tutti i cittadini europei, inclusi gli euroscettici, che più Europa vuol dire più benefici per tutti,” afferma Emanuele Gatti nella sua intervista, “ciò che ora serve urgentemente è mobilizzare risorse finanziarie per aiutare il motore economico dell’Italia: le Piccole e Medie Imprese“.

Gli investimenti tedeschi rafforzano l’Europa

Il 46% degli investimenti esteri delle aziende tedesche sono diretti in Europa, ne abbiamo parlato nel nostro ultimo post.

Emanuele Gatti commenta anche questo dato: “È il modo migliore per iniettare nuova fiducia nell’economia europea. La Germania e le aziende tedesche stanno facendo i giusti passi”. E aggiunge: “La Germania ci guarda con ottimismo,anche sulla base della partenza promettente del governo Renzi che ha preso l’impegno di portare avanti riforme strutturali”

Appuntamento con il Forum Economico Italo-Tedesco

A raccogliere questi spunti e a continuare la discussione sono oggi i numerosi ospiti del Forum Economico Italo-Tedesco.

Sei sono le tavole rotonde in cui, a partire dalle ore 10, si parla di investimenti, politica europea, aziende familiari, Expo e delle storie di successo di business tra Italia e Germania.

 

Foto: © José Poblete

Lascia un commento