Gli ultimi dati sull’edilizia sostenibile (che rilancerà il settore italiano delle costruzioni)

edilizia_sostenibile

L’edilizia sostenibile nel 2013 ha attirato il 30% degli investimenti in più rispetto al 2012, generando un fatturato di 2.1 miliardi di euro.

È questo il dato più importante che emerge dal rapporto sul Partenariato Pubblico e Privato e l’edilizia sostenibile in Italia nel 2013 realizzato da Unioncamere in collaborazione con CRESME e pubblicato lo scorso febbraio.

Oggi vi raccontiamo perché l’edilizia verde può davvero salvare il settore delle costruzioni in Italia e vi diamo alcuni buoni motivi per partecipare a Samoteril Salone Internazionale Triennale Macchine Movimento Terra, da Cantiere e per l’Edilizia che si svolgerà a Verona dall’8 all’11 maggio 2014.

Per ricevere maggiori informazioni sulla fiera vi rimandiamo al modulo in fondo al post.

2.084 opere, + 30% di investimenti e 2.1 miliardi di fatturato: i numeri dell’edilizia verde

In un mercato segnato dalla crisi, l’edilizia green mostra di essere in controtendenza. Ecco i dati riferiti al 2013 che ci sembrano più significativi:

  • 2.084 sono le opere eco-sostenibili realizzate attraverso il partenariato pubblico privato nel 2013
  • +30% negli investimenti in edilizia sostenibile rispetto al 2012. I comuni (+7% negli investimenti) rappresentano i primi protagonisti nelle opere realizzate attraverso il partenariato pubblico privato
  • gli interventi di riqualificazione crescono dell’8% rispetto al 2012
  • occupazione: dall’edilizia sostenibile e dalla riqualificazione si calcola deriveranno 658mila posti di lavoro nel 2014-2016 (220 mila unità all’anno)

“In un mercato come quello delle opere pubbliche, ancora fortemente in crisi, lo sviluppo sostenibile e la tutela dell’ambiente sono leve importanti per rimettere in moto investimenti e occupazione,” così ha commentato i risultati dello studio il Presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello.

Entro il 2020 tutti gli edifici dovranno essere eco-sostenibili

Inoltre, si sottolinea nel rapporto di Unioncamere, un’ulteriore spinta al settore dell’edilizia sostenibile è data dall’obbligo normativo secondo il quale , entro il 31 dicembre 2020, tutte le strutture di nuova costruzione dovranno essere a “energia quasi zero”.

Gli edifici della pubblica amministrazione dovranno rispettare i nuovi limiti a partire dal 31 dicembre 2018.

Ecco perché gli imprenditori tedeschi e austriaci dovrebbero partecipare a Samoter 2014

Partendo da questi dati positivi, la Camera di Commercio Italiana per la Germania invita gli imprenditori del settore a partecipare a Samoter 2014.

Samoter è la principale manifestazione italiana per le Macchine Movimento Terra e riunisce i principali operatori mondiali del mercato delle costruzioni. 

Gli imprenditori tedeschi e austriaci interessati a partecipare a Samoter come visitatori, possono richiedere l’ingresso gratuito tramite la Camera di Commercio Italiana per la Germania.

Per ricevere maggiori informazioni vi preghiamo di compilare il seguente modulo.

Foto da qui: flickr/parchilagomaggiore

Lascia un commento