Dite la vostra sulle 50 misure proposte dal Governo per attirare investimenti esteri in Italia

destinazioneitalia

Chi meglio degli imprenditori che lavorano tra Italia e Germania può commentare e integrare le 50 proposte del governo per attrarre investimenti esteri e promuovere la competitività delle imprese italiane?

Lo scorso 19 settembre il Governo ha adottato il documento Destinazione Italia che contiene 50 misure promosse su iniziativa del Presidente del Consiglio, del Ministro degli Affari Esteri, del Ministro dello Sviluppo Economico. Destinazione Italia è una task force che parte da un dato [“la quota detenuta dall’Italia di investimenti esteri è pari a solo l’1,6% dello stock mondiale”] e da qui propone misure che vanno “dal fisco al lavoro, dalla giustizia civile alla ricerca, dal rafforzamento della rete estera al miglioramento della reputazione dell’Italia all’estero“.

Tutti argomenti che toccano da vicino i nostri lettori.

Oggi quindi vi raccontiamo Destinazione Italia in un post. Ma non solo.

Il 9 ottobre si è aperta la consultazione pubblica del documento. Invitiamo dunque tutti i nostri lettori a partecipare alla consultazione online sulla piattaforma destinazioneitalia.gov.it [la consultazione si chiuderà il 9 novembre].

Che cosa c’è nel documento?

Le misure proposte dalla task force governativa sono raccolte in quattro grandi obiettivi:

1. Rendere più facili gli investimenti

Le misure per supportare l’investimento, lungo tutto il suo ciclo di vita. Le misure contenute in questa categoria riguardano la trasparenza del sistema normativo, fiscale e giudiziario.

[Leggi le misure sul sito Destinazione Italia]

2. Attrarre gli investimenti nel meglio dell’Italia

Ovvero… valorizzare l’Italia facendo perno su ciò che ci rende “unici”.

[Leggi le misure sul sito Destinazione Italia]

3. Investire nelle persone

Le misure per far si che l’Italia sia “magnete del talento, nell’università, nella ricerca, nel lavoro qualificato”

[Leggi le misure sul sito Destinazione Italia]

4. Promuovere l’Italia nel mondo

Le misure per una maggiore incisività della diplomazia culturale ed economica rivolta ad attrarre investimenti esteri.

[Leggi le misure sul sito Destinazione Italia]

Imprese, vi invitiamo a partecipare alla consultazione pubblica

Il 9 ottobre si è aperta la consultazione pubblica del documento. Invitiamo tutti quelli che ci leggono a dire la propria sulla piattaforma Destinazione Italia, entro il 9 novembre.

Dal sito leggiamo: ” I risultati confluiranno in un rapporto che sarà pubblicato online dalla Presidenza del Consiglio  e saranno opportunamente integrati nella versione finale del piano “Destinazione Italia”, le cui misure saranno attuate dal Governo nel corso della legislatura“.

Ecco come potete partecipare, una volta registrati sul sito:

  • discutendo e arricchendo ogni misura singolarmente con commenti, integrazioni e segnalazioni in ciascuna pagina della misura di riferimento
  • segnalando quali misure sono ritenute prioritarie
  • proponendo azioni complementari a quelle già identificate nel documento

I primi commenti su Destinazione Italia

“Abbiamo sprecato troppo tempo a impacchettare e spacchettare ministeri, mentre il mondo correva veloce e noi non eravamo attrezzati a capirlo. Ora possiamo solo partire dagli strumenti che abbiamo dandoci delle prioritàha commentato il Ministro degli Esteri Emma Bonino. Secondo il Sole 24 Ore “la bozza è un compendio di proposte che se attuate sarebbero in grado di rimettere in moto la competitività del sistema Paese”.

E voi cosa ne pensate?

I commenti sono chiusi.