I marchi italiani al Salone Internazionale dell'Automobile di Francoforte: ecco il resoconto di ItaliaGermania

Ferrari_IAA

È l’appuntamento più importante per l’industria dell’automobile in Europa: l’IAA di Francoforte (Internationale Automobil-Ausstellung), iniziato ieri 12 settembre e di scena fino al 22, è il salone biennale in cui i maggiori produttori di auto svelano infatti i loro ultimi modelli e presentano le novità in campo tecnologico.

Quest’anno anche noi di ItaliaGermania abbiamo visitato il Salone durante i giorni di vigilia, 10 e 11 settembre,  tradizionalmente dedicati a giornalisti e stampa per assistere alle presentazioni delle case automobilistiche italiane e capire verso che direzione sta andando il settore dell’automotive, in Italia e in Europa.

Su questi temi pubblicheremo nei prossimi giorni delle interviste realizzate all’IAA. Per adesso, ecco il resoconto delle conferenze stampa di due tra i maggiori marchi italiani presenti al Salone: la FIAT e la Ferrari.

La FIAT guarda al futuro partendo dalla sua storia… con due parole chiave

IMG_2720

“Magic” e “Logic” sono stati il leitmotiv della presentazione FIAT all’IAA. Magia e logica ovvero, capiamo noi, fascino e potenza di un marchio storico italiano da una parte, e dall’altra parte novità tecnologiche e capacità di vendere il proprio marchio, in Italia e all’estero. D’altra parte la Germania è il terzo mercato per la FIAT, dopo l’Italia e gli Stati Uniti.

A far parlare della conferenza stampa della FIAT era già stata nei giorni precedenti la notizia dell‘assenza di Marchionne. Una volta arrivati al Salone di Francoforte però si è parlato però soprattutto di auto. All’IAA la casa automobilistica torinese ha festeggiato i 30 anni della Panda 4×4 presentando il modello speciale Antartica, disponibile da questo inverno in serie limitata.

Ma il fulcro della conferenza è stato il marchio top-seller della FIAT: la 500. È la 500, secondo il portavoce FIAT, a incarnare al meglio la magia e la logica della casa automobilistica di Torino. La 500 nel 2012 infatti è stato il modello FIAT più venduto in Germania, con oltre 17mila unità vendute e un aumento del 41%. 56mila sono invece le unità vendute in Nord America.

Della 500 si è parlato in termini di potenza del marchio [ma, si specifica nella conferenza, mai diventerà un marchio a sé stante], di vendite, di longevità (negli ultimi 5 anni la quota di mercato del modello è rimasta sempre costante) e di ecosostenibilità: la 500 è l’auto più ecosostenibile in Europa con un produzione di Co2 di 90g/km.

Infine, l’incontro si è concluso con una promessa: la presentazione futura di una nuova 500.

La Ferrari presenta il suo ultimo modello “nel più importante mercato europeo”

ferrari_458_iaa

“È molto importante per noi mantenere la tradizione di presentare qui il nostro nuovo modello” così Luca di Montezemolo apre la conferenza stampa Ferrari, sottolineando l’importanza del mercato tedesco per la casa di Maranello “la Germania è da Sessanta anni il nostro migliore mercato” [la Germania è infatti il primo mercato per la Ferrari nel vecchio continente, nel 2012 sono state 750 le vetture vendute].

La soddisfazione è ben dovuta, visto che il 2012 è stato un anno record per la Ferrari, “il migliore in 66 anni di storia” con 7.318 vetture vendute e un fatturato è stato 2,433 miliardi di euro.

A Francoforte Montezemolo e gli ingegneri Ferrari hanno presentato il nuovo modello 458 Speciale sotto gli occhi (e le macchine fotografiche) entusiasti della stampa internazionale.

2 risposte a “I marchi italiani al Salone Internazionale dell'Automobile di Francoforte: ecco il resoconto di ItaliaGermania”

  1. giorgio

    Articoli molto interessanti e coinvolgenti. Bravi.

    Rispondi

Lascia un commento