Ecco come le aziende del Biellese collaborano per formare i professionisti del settore tessile

industria tessile

Il settore tessile italiano ha fatturato 50,5 miliardi di euro nel 2012 e, secondo uno studio della Movimprese, è uno di quelli che regge meglio la crisi tanto che un’impresa su otto in Italia lavora nel tessile, abbigliamento e moda.

Oggi vi segnaliamo un’iniziativa nata a Biella per formare i professionisti di questo comparto.  Si tratta del Master Universitario di primo livello in “Management & Textile Engineering”, organizzato e gestito dall’Università LIUC di Castellanza e da Città Studi S.p.A.

Il master annuale partirà a settembre 2013. Il termine per iscriversi è il 2 agosto 2013 [per i partecipanti extra UE la scadenza è invece il 31 maggio 2013].

Tessile, abbigliamento, moda: un master per il settore da 50 miliardi di euro

Il Master si svolgerà a Biella, sede del più antico distretto europeo a vocazione tessile laniera.

A partecipare attivamente al master, fornendo opportunità di stage, sono le aziende del territorio, leader del settore. Tra queste: Ermenegildo Zegna, Lanificio Cerruti, Piacenza Cashmere, Reda, Italfil, Marchi & Fildi, Tessilgrosso, Angelico, Drago, Lanificio Subalpino, Zegna Baruffa, Di.Vé e Gruppo Marzotto con Guabello, Marlane, Tallia Di Delfino.

L’obiettivo è quello di formare neo-laureati o manager per l’inserimento in ruoli molto richiesti nel settore. Ecco ad esempio alcune delle posizioni per cui il master offre una formazione:

  • Qualità e Servizio nel Tessile e Abbigliamento
  • Gestione Produzione
  • Global Supply Chain
  • Direzione Business Unit

Agli stage e lezioni pratiche si alterneranno lezioni frontali tenute in lingua inglese.

Laureati e manager cercansi

Il master è destinato a laureati in ingegneria, fisica, chimica ed economia o a manager già inseriti nel mondo del
lavoro con le stesse tipologie di lauree.

Vi segnaliamo infine, che l’organizzazione mette a disposizione alcune agevolazioni finanziarie per i futuri partecipanti:

• rimborso spese settimanale per stage, ad ogni partecipante, di circa 200 euro, per 4 mesi, per un totale indicativo di 3.500 euro

• borse di studio per miglior risultato ottenuto

• prestiti d’onore per pagamento delle tasse d’iscrizione (solo per studenti italiani)

• riduzioni economiche per il soggiorno presso la residenza universitaria

Foto da qui: flickr/danielfoster437

Lascia un commento