Tecnologie per l'edilizia: un Made in Italy da 2,5 miliardi di esportazioni

  • Oltre 2,5 miliardi di euro di fatturato dalle esportazioni nel 2012
  • Una crescita del 3% rispetto al 2011

Il settore delle macchine e tecnologie per l’edilizia rappresenta uno dei fiori all’occhiello del Made in Italy. E come da abitudine, anche questa volta sono i numeri a confermarcelo.

I dati, diffusi pochi giorni fa dalla UNACEA, l’associazione che unisce le aziende italiane del settore, evidenziano come la produzione nazionale del comparto è sostenuta per oltre il 70% dai mercati esteri.

Un occasione per conoscere le tendenze del settore

Il 16 Aprile verranno presentate alla stampa internazionale le tendenze del settore e gli scenari futuri, in occasione del Samoter Open Day, presso BAUMA, la fiera delle macchine da costruzione di Monaco.
E’ possibile partecipare previa iscrizione al seguente form entro l’8 aprile:

Cos’è il Samoter Open Day?

Samoter Open Day è un’occasione per conoscere meglio Samoter, il Salone Internazionale Triennale Macchine Movimento Terra, da Cantiere e per l’Edilizia, a Verona dal 8 all’11 maggio 2014 [questo l’evento sulla nostra mappa].

L’edizione del 2011 di Samoter ha visto un’alta partecipazione internazionale:

  • 909 Espositori di cui il 28,93% provenienti da 37 Paesi esteri,
  • 98.048 Visitatori di cui l’11,70% stranieri.

Un trend da confermare se andiamo ad analizzare i dati del settore [vedi grafico] che confermano una crescita della domanda in Africa e Oceania.

Sempre secondo i dati UNACEA, infatti, nei due continenti le esportazioni del settore sono aumentate rispettivamente del 20.9% e del 66.3%.

[Fonte: Unacea]

La sfida sembra dunque conquistare questi nuovi mercati puntando sull’innovazione, sulla qualità e su una svolta verso la sostenibilità, come indica un commento del CECE, il comitato europeo dei produttori delle macchine per costruzioni.

Foto da qui: flickr/Laura Mary

Lascia un commento