5 presentazioni per raccontare opportunità e rischi del mercato dei beni culturali in Italia

11 relatori e circa 25 partecipanti, 17 dei quali imprese.

Questo il bilancio positivo del seminario organizzato a Lipsia lo scorso 22 novembre [ne avevamo parlato qui] dalla Camera di Commercio Italiana per la Germania con il patrocinio del Ministero tedesco dell’Economia (BMWi).

“un appuntamento per parlare di restauro e della filiera dei beni culturali, volto a facilitare sinergie e cooperazioni organiche, in linea con gli obiettivi comunitari”.

L’evento si è tenuto a margine della Fiera europea del Restauro, del Risanamento e della Tutela degli edifici storici e monumentali, che quest’anno ha contato 13.600 visitatori e 453 espositori da 14 paesi.

In sintesi

Agli undici relatori il compito di raccontare le opportunità di fare rete di impresa internazionale all’interno di un mercato con alte barriere d’ingresso. La causa  è da ricercare nella mancanza di norme comuni a livello europeo che che si riflettono, tra l’altro, anche nel riconoscimento delle qualifiche professionali.

Altro problema del settore in Italia, è rappresentato dal taglio della spesa pubblica: anche in questo caso si apriranno quindi le porte a nuove soluzioni e fonti di finanziamento per i progetti di restauro.

Le slide

Thiene Fondazione Villa Fabris: “Formazione degli artigiani restauratori italiani. Le qualifiche necessarie per lavorare in Italia. Centro europeo per i mestieri” a cura della dott.ssa Stefania Barsoni

[iframe src=”http://www.slideshare.net/slideshow/embed_code/15505607″ width=”597″ height=”486″ frameborder=”0″ marginwidth=”0″ marginheight=”0″ scrolling=”no” style=”border:1px solid #CCC;border-width:1px 1px 0;margin-bottom:5px” allowfullscreen webkitallowfullscreen mozallowfullscreen]

 

[iframe src=”http://www.slideshare.net/slideshow/embed_code/15505610″ width=”597″ height=”486″ frameborder=”0″ marginwidth=”0″ marginheight=”0″ scrolling=”no” style=”border:1px solid #CCC;border-width:1px 1px 0;margin-bottom:5px” allowfullscreen webkitallowfullscreen mozallowfullscreen]

 

Politecnico di Milano“Struttura dei finanziamenti per il restauro, aggiornamenti strategici e destinazioni d’uso” a cura del Prof. Stefano Della Torre

[iframe src=”http://www.slideshare.net/slideshow/embed_code/15505493″ width=”597″ height=”486″ frameborder=”0″ marginwidth=”0″ marginheight=”0″ scrolling=”no” style=”border:1px solid #CCC;border-width:1px 1px 0;margin-bottom:5px” allowfullscreen webkitallowfullscreen mozallowfullscreen]

 

Metadistretto Veneto dei Beni Culturali e Ambientali“A.T.T.E.S.S.- Azioni di trasferimento tecnologico per il miglioramento delle prestazioni energetico-ambientali dell’edilizia storica secondo i criteri dell’edilizia sostenibile” a cura dell’ Arch. Alberto Riccardo Motterle

[iframe src=”http://www.slideshare.net/slideshow/embed_code/15505561″ width=”597″ height=”486″ frameborder=”0″ marginwidth=”0″ marginheight=”0″ scrolling=”no” style=”border:1px solid #CCC;border-width:1px 1px 0;margin-bottom:5px” allowfullscreen webkitallowfullscreen mozallowfullscreen]

 

ENEA – Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile“Technologies for Cultural Heritage by ENEA research. -Knowledge, Protection, Diagnostics, Conservation, Communication” a cura dell’Architetto Stella Styliani Fanou “La ricerca come stimolo alla collaborazione per lo sviluppo: caratterizzazione di pigmenti e leganti storici dei manufatti pittorici mediante fluorescenza indotta da laser LIF” a cura dell’Architetto Martina Romani

[iframe src=”http://www.slideshare.net/slideshow/embed_code/15505538″ width=”597″ height=”486″ frameborder=”0″ marginwidth=”0″ marginheight=”0″ scrolling=”no” style=”border:1px solid #CCC;border-width:1px 1px 0;margin-bottom:5px” allowfullscreen webkitallowfullscreen mozallowfullscreen]

Lascia un commento