Il perché conviene investire nel Polesine, tra distretti industriali, piste ciclabili e connettività a 20Mb

Tra i principali distretti industriali del territorio del Polesine, c’è anche il distretto della giostra menzionato da Stefano Micelli nel suo “Futuro Artigiano”. Ma non solo: si producono scarpe e si esporta pesca, in particolare molluschi.

A raccontarcelo è Angelo Zanellato, Presidente di CONSVIPO, il Consorzio per lo sviluppo del Polesine, durante la visita fatta a Francoforte davanti a possibili investitori, imprenditori industriali, ma anche del settore turistico.

Perché con le sue particolarità paesaggistiche e le sue piste ciclabili, il Polesine [50 comuni della provincia di Rovigo – Veneto] rappresenta anche un’ottima meta turistica per gli amanti della natura – e del ciclismo, ovviamente.

Il tutto unito, rafforzato e valorizzato dalla rete: sì, perché, come lo stesso Zanellato ci ha raccontato, l’85% della provincia di Rovigo è coperta dalla banda larga.

“non solo su fibra ottica, perché sappiamo che questo strumento non può raggiungere tutti, ma utilizzando proprio la fibra ottica collegata alle antenne posizionate sul territorio, con gli hiperlan e con i wireless

Un punto in più per la competitività dei distretti e delle singole imprese che vi operano.

Angelo Zanellato, Il Polesine dal punto di vista imprenditoriale e turistico

 

Leggi la scheda tecnica del Polesine

Il Consorzio per lo sviluppo del Polesine è un ente che è nato nel 1963 per aiutare lo sviluppo del territorio polesano. Siamo un ente che conta tra i propri soci la Provincia di Rovigo, la Camera di Commercio di Rovigo e tutti i comuni che insistono sul territorio.

Il nostro compito è quello di creare opportunità di insediamento, di investimento ma soprattutto di realizzare progetti che vedano coinvolti tutti questi enti nella sua definizione.

Siamo venuti a Francoforte per poter spiegare e far conoscere agli amici che operano in questi settori – turismo ed attività produttive – cosa il polesine può offrire loro: sia sotto il profilo dell’imprenditoria – quindi il nostro territorio come aree dove poter fare degli investimenti – sia sotto il profilo turistico, perché crediamo che questo territorio sia poco conosciuto per le proprie capacità di offerta turistica ed imprenditoriale.

I distretti industriali del polesine

Abbiamo tre tipi di distretto:

  • il distretto della giostra, posizionato nell’alto Polesine, che confina con la zona lombarda, mantovana, e conta imprese che producono giostre per i parchi giochi di tutto il mondo: sono i primi nel mondo come produzione del settore e oltre alla produzione ha alla base una importante fase di ricerca;
  • poi abbiamo il distretto della scarpa, che è un distretto molto più vasto della stessa provincia, e qui abbiamo imprese che producono scarpe per i migliori marchi mondiali;
  • infine abbiamo il distretto della pesca, che mette insieme una serie di imprese: dalla coltivazione fino alla produzione fatta nel nostro territorio, dal confezionamento alla lavorazione, alla commercializzazione. E’ un’area che, ad esempio, produce quasi il 70% della produzione di mitili consumati in Italia.

L’area è particolare anche sotto il profilo agricolo: perché noi abbiamo varie imprese che producono la cosiddetta quarta gamma, cioè il prodotto agricolo raccolto, lavorato e confezionato per ridurre i tempi di lavorazione che le famiglie devono affrontare.

Inoltre abbiamo la produzione di alcuni prodotti che sono riconosciuti dall’Unione Europea con il marchio IGP: uno di questi è il riso. Abbiamo infatti un area dove produciamo un riso di notevole quantità. Un prodotto molto di nicchia, un prodotto che mantiene la cottura in maniera eccezionale e non vi è riso che possa competere con questo.

Le infrastrutture di trasporto e la banda larga

Siamo un territorio che ha le tre modalità di trasporto: sia quello su ruota, che quello ferroviario ma anche quello su acqua.

Inoltre oggi possiamo dire che l’85% della nostra provincia è coperta da una connettività veloce, che viaggia però su diversi canali: non solo su fibra ottica, perché sappiamo che questo strumento non può raggiungere tutti, ma utilizzando proprio la fibra ottica collegata alle antenne posizionate sul territorio, con gli hiperlan e con i wireless, noi riusciamo a coprire quasi tutto il territorio della Provincia di Rovigo.

Naturalmente è un sistema che è molto importante per le imprese se vogliono competere sul mercato mondiale: infatti noi abbiamo le nostre più importanti imprese che  già fluiscono di oltre 20mb di banda.

Il polesine e il turismo

Abbiamo un territorio che sta lavorando molto per il riconoscimento di area turistica di notevole spessore. Un po’ tutto il territorio della Provincia amiamo chiamarlo un museo aperto: in particolare abbiamo il Parco naturale del Delta del Po del Veneto, che offre risposte sotto questo profilo di notevole spessore.

Ma noi come Consorzio di sviluppo, proprio agendo in nome e per conto dei comuni, abbiamo realizzato e stiamo completando i più grandi percorsi ciclabili che esistano in Europa. L’ultimo è il così detto anello delle Alpi, che interessa Austria, Germania e Italia. Un percorso ciclabile che scende dal Garda e arriva, seguendo l’Adige, al mare.

Ecco, noi stiamo realizzando l’ultima parte per poi offrire agli amanti della bicicletta, tipicamente cittadini dei paesi nordici e del centro europa – ma anche in Italia sta ormai prendendo piede – questa modalità di visitare il territorio. E il nostro è un territorio molto particolare, perché come amo dire, girando sull’argine noi potremmo vedere nuotare i pesci e gli uccelli alla stessa altezza.

Lascia un commento