Quando Federico II di Svevia diventa un promotore di rete di impresa

14 imprese legate al turismo provenienti da Basilicata, Calabria e Campania. 8 Tour Operator provenienti dalla Germania. Tutti raccolti attorno alla figura di Federico II di Svevia in occasione degli incontri B2B tenuti a Maratea lo scorso 21 e 22 settembre [leggi l’articolo].

Perché la Germania è un mercato interessante per il settore del turismo e perché l’Italia ha tanto da offrire, in termini non solo di bellezze paesaggistiche, ma anche di cultura, storia, esperienze.

Ma anche perché insieme si è più forti: ed ecco allora che una figura come quella di Federico II di Svevia funge da connettore per unire diverse imprese turistiche in un’unica rete:

“Un progetto che si ripropone di far conoscere questo territorio al turista tedesco, offrendogli non solo la permanenza sul territorio, ma anche la possibilità di prendere contatto con questa storia che è andata accumulandosi nel corso dei secoli.”

Sono le parole con cui Pasquale Lamorte, Presidente della Camera di Commercio di Potenza, descrive il progetto “Viaggio al cuore della vita”. La prima di una serie di interviste riprese durante l’evento di Maratea e raccolte nella rubrica Il turismo delle esperienze.

Pasquale Lamorte: Un evento per internazionalizzare le reti di impresa del turismo

 

Sono Pasquale Lamorte, Presidente della Camera di Commercio di Potenza. Ci troviamo in una località molto prestigiosa della provincia di Potenza, la costa che affaccia sul Tirreno e che è denominata “la Perla del Tirreno”.

Si tratta di una località particolarmente interessata allo sviluppo turistico, un turismo non di massa ma di nicchia, di qualità, che ovviamente vede esaltate soprattutto le sue prerogative naturalistiche, avendo la fortuna di trovarsi all’interno di un ambiente non degradato e che ha subito nel corso degli anni una particolare tutela sia ambientale sia naturalistica.

Siamo, in questa occasione, nel vivo della gestione di un progetto che vede interessate alcune regioni del Mezzogiorno, con capofila la regione Basilicata, che ha voluto coinvolgere il sistema delle Camere di Commercio in questo progetto, il quale ha come obiettivo quello di promuovere un flusso turistico che possa non solo avere come riferimento l’ambiente e la natura, ma anche affondare le radici nella storia, nella cultura e nei valori che questo stesso territorio sa esprimere.

Da qui l’incrocio con una figura particolare quale quella di Federico II di Svevia, che alcuni secoli fa ha attraversato questi territori. Ne troviamo tracce nella costruzione di alcuni presidi e di alcuni castelli.

Il progetto si ripropone di far conoscere questo territorio al turista tedesco, offrendogli non solo la permanenza sul territorio, ma anche la possibilità di prendere contatto con questa storia che è andata accumulandosi nel corso dei secoli.

2 risposte a “Quando Federico II di Svevia diventa un promotore di rete di impresa”

  1. Tomangelo Cappelli: perché convinene mappare le manifestazioni culturali per rilanciare il turismo - italiagermania | il blog

    […] già pubblicato l’intervista a Pasquale Lamorte, Presidente della Camera di Commercio di Potenza, organizzatore dell’evento in […]

    Rispondi
  2. Tre motivi per fare rete d’impresa nel settore del turismo: parlano gli imprenditori - italiagermania | il blog

    […] proprietari di masserie e B&B, agli operatori culturali. Dopo aver sentito il punto di vista di promotori e organizzatori della missione B2B di Matera, è il momento di ascoltare le voci degli imprenditori […]

    Rispondi

Lascia un commento