La Puglia che fa ricerca ed innovazione si presenta a Francoforte, e nascono opportunità e strategie

Cosa succede durante un incontro istituzionale tra Camere di Commercio, rappresentanti del Governo italiano all’estero, Enti del Turismo italiani e membri del governo di una regione italiana come la Puglia?

Abbiamo partecipato ad uno di questi incontri, per conoscerne i contenuti, per comunicarli agli stakeholder di ciascuna delle parti coinvolte, ma anche per condividere con gli shareholder le strategie che hanno posizionato e continuano a posizionare le imprese pugliesi come competitive in mercati ad alto contenuto tecnologico.

L’incontro di sabato scorso a Francoforte si è diviso in tre parti: nel primo pomeriggio si sono incontrati:

  • Camera di Commercio Italiana per la Germania: Claudia Nikolai – Segretario Generale, Berthold Biehler – Vicepresidente e Direttore dell’Ufficio di Rappresentanza Monte dei Paschi di Siena a Francoforte, Jens Schattner – Membro del Consiglio Direttivo, Patrizia D’Agnelli – organizzatrice e responsabile dell’evento per la Camera)
  • Regione Puglia: Elena Gentile – Assessore Welfare – Lavoro, Politiche di Benessere sociale e Pari Opportunità, Programmazione sociale ed integrazione socio-sanitaria, Pugliesi nel mondo, Giovanna Genchi – Dirigente Settore Internazionalizzazione della Regione Puglia
  • Consolato Italiano a Francoforte: Cristiano Cottafavi, Console
  • Pugliesi nel Mondo: Alessandro Calaprice – Federazione Associazioni Pugliesi in Svizzera (FAPS),
  • Enit di Francoforte: Antonella Rossi – responsabile comunicazione & Marketing

La tavola rotonda

13:15 – Presentazione del sistema Italia a Francoforte

Apre l’incontro Cristiano Cottafavi, Console italiano a Francoforte, che presenta Francoforte, una città di 700 mila abitanti, di cui quasi il 50% ha origini straniere, perfettamente integrati. Famosa per l’aeroporto internazionale e per la Fiera, per l’alta qualità della vita e potere d’acquisto.

A Francoforte la Camera di Commercio Italiana per la Germania, l’Enit (Ente Nazionale Italiano per il Turismo), e il Consolato fanno sistema per favorire le relazioni economiche con l’Italia.

13:30 – Puglia: non solo gastronomico, anche tanta ricerca ed innovazione

Elena Gentile. La Puglia si è presentata alla Settimana Italiana di Francoforte raccogliendo le imprese in un unico stand. Elena Gentile confessa che avrebbe voluto portarne di più, non fosse stato per la crisi. Non per questo ci si scoraggia, anzi, la Crisi spinge la Regione Puglia ad essere sempre più presenti per rilanciare le proprie imprese.

Ed infatti la Puglia è la prima regione in Italia nel settore delle energie rinnovabili, con un know-how nel settore sempre più competitivo, da parte delle imprese autoctone.

Sul lato internazionale la regione vanta diversi casi di imprese tedesche presenti sul territorio: Bosch e Getrag in primiis, ma non solo. Il sistema industriale pugliese ospita tante realtà.

In un periodo di crisi rilevante la Puglia ha proposto un piano economico incentrato sul tema della ricerca. “Si sta sul mercato se il sistema di impresa fa rete” sono le parole esatte dell’assessore. E lo dimostra il settore avionico e della meccatronica.

Quindi forte presenza industriale, non solo del enogastronomia, un settore che comunque conquista numeri in termini di export e di occupazione (più 4%).

Infine c’è il sistema turistico, che ha un esplosione per i numeri e per la qualità dell’offerta. Un turismo colto: “Un turismo che ha toccato le nostre città d’arte, le nostre masserie che vengono non solo frequentate ma anche acquistate da tedeschi e non solo”.

13:40 – Fare network con i Pugliesi nel mondo

C’è una seconda ragione per cui l’assessore Elena Gentile è a Francoforte: “vogliamo, come stiamo facendo in Spagna, Francia, Regno Unito e Belgio, rafforzare la comunità dei pugliesi residenti all’estero. Non per un sussulto nazionalistico, ma perché per noi questo capitale umano può essere uno strumento di relazione con l’estero. Chi meglio dei pugliesi può rappresentare gli interessi, anche economici, della Puglia?

Con una legge regionale, la Regione Puglia ha istituito una fondazione, Casa Puglia, che attraverso il progetto Pugliesi nel mondo ha creato un link tra i migranti e la propria terra di origine. Connessione che si articola anche in relazioni economiche e di business. Queste relazioni, se vengono accompagnate anche dalla condivisione di un’identità, riescono meglio.

13:50 – La Puglia vista dalla Germania

Claudia Nikolai. La CCIG ha già sviluppato in precedenza rapporti di promozione, costantemente dal 2008. La Camera ha mostrato agli imprenditori tedeschi che in Puglia non c’è solo olio di oliva, ma che si tratta di una regione ricca di eccellenze tecnologiche.

In passato la CCIG ha ospitato la Regione Puglia nei propri uffici grazie ad un desk. Esperienza che la CCIG si augura possa essere riattivata, poiché durante tale collaborazione sono state organizzate partecipazioni a importanti fiere e ad eventi che, proprio grazie al desk, hanno trasformato contatti in collaborazioni.

Come Camera di Commercio, Claudia Nikolai, ha mostrato l’interesse ad organizzare diversi eventi B2B sul territorio pugliese.

Berthold Biehler. “Ho conosciuto la Puglia prima dal punto di vista industriale, in occasione di un progetto ad alto contenuto tecnologico. Per noi è stata una piacevole sorpresa aver scoperto che in Puglia c’è il know-how necessario a concepire un tale progetto”.

14:00 – L’importanza della Fiera di Francoforte

Berthold Biehler incoraggia a sviluppare ulteriormente le possibilità che questo know-how dà al territorio pugliese. Anche approfittando della fiera di Francoforte, la più grande del mondo.

Quella di Francoforte è l’unica fiera al mondo con un bilancio positivo nonostante sia priva di finanziamenti pubblici. Ogni fiera che si svolge a Francoforte, ha una fiera gemella in un altro polo fieristico mondiale. Ciò vuol dire che la fiera che prenderà luogo a settembre 2012, verrà replicata a distanza di mesi in un altra città del mondo.

Nel consiglio direttivo della CCIG, siede anche Wolfgang Marzin, CEO della fiera di Francoforte.

Berthold Biehler sottolinea inoltre come la CCIG stia creando un executive board per ampliare i propri servizi: con un responsabile per diversi settori  [leggi l’articolo].

Francoforte rappresenta, per le imprese italiane, una rampa di lancio per esportare in tutto il mondo. Si sviluppa infatti nel centro industriale della Germania. “E la Camera farà di tutto per portare i vostri imprenditori nelle fiere, e per fargli fare business con successo in Germania prima, e poi in tutto il mondo” Conclude il vice-presidente.

14:10 – Fare rete con le terze generazioni di Pugliesi in Canada

Giovanna Genchi. Sottolinea nuovamente l’efficienza propria di una strategia che valorizza non solo l’alto contenuto tecnologico delle imprese, ma che lo valorizza insieme alle turismo. Le imprese pugliesi devono poter camminare su tre gambe: ricerca, innovazione e internazionalizzazione.

Accanto a questo c’è la valorizzazione della Puglia che risiede fuori della Puglia. Come è successo, fra gli altri, nel recente progetto in collaborazione con i Pugliesi a Montreal. Durante il progetto sono stati infatti selezionati 10 imprenditori di terza generazione, particolarmente integrati, che hanno poi seguito un periodo di formazione sul territorio pugliese, con presentazione delle realtà industriali locali, tra le quali hanno poi potuto scegliere le imprese con cui avere degli scambi e collaborazioni.

14:20 – Tema caldo: la formazione

Elena Gentile. In uno degli ultimi incontri con il ministro del lavoro del Governo italiano, è emersa la necessità di favorire l’apprendistato come momento di inserimento nel mondo del lavoro. Alta è la necessità di creare un link privilegiato con le imprese tedesche.

Cristiano Cottafavi. Sotto questo aspetto la Germania ha individuato le necessita future del proprio sistema industriale: sanno che nei prossimi 5 anni avranno bisogno di 30 mila ingegneri tedeschi [leggi l’articolo], per questo hanno organizzato fondi per l’apprendistato di stranieri in Germania che consistono in mille euro di sostegno iniziale, corsi di lingua tedesca, abbonamento gratuito in palestra: al momento dell’assunzione, il dipendente parte da uno stipendio di 3 mila Euro.

Elena Gentile. Innovazione e inserimento per i giovani nel mondo del lavoro portano l’assessore a menzionare programmi come Bollenti Spiriti e Principi attivi.

Claudia Nikolai. La CCIG sta organizzando ad ottobre, insieme alla Camera di Commercio di Costanza, un evento incentrato sulla ricerca di professionisti. “Stiamo organizzando una giornata in Italia per entrare in contatto con ingegneri, Università e anche imprese che possano permettere alle aziende tedesche di esternalizzare quei processi che non riescono a portare all’interno a causa di questa mancanza“.

La parte pugliese della tavola si mostra molto interessata e chiede maggiori spiegazioni.

Claudia Nikolai. Un secondo input fornito dal Segretario della CCIG, è la mancanza di operai provenienti dall’Italia adatti alle imprese tedesche, semplicemente perché non hanno ricevuto la formazione con il sistema di apprendistato tedesco garantisce in Germania.

La proposta diventa quindi quella di collaborare insieme agli istituti di formazione tedeschi, per  portare il know-how necessario alle imprese tedesche in Puglia, in modo da rendere più attrattiva la regione per le imprese tedesche che volessero seguire l’esempio di Bosch.

14:50 – Promozione di un Turismo d’elite

Antonella Rossi. Enit presenta un progetto organizzato con la Regione Puglia sulla promozione degli spazi sportivi dedicati al golf. La Puglia registra un aumento dell’incoming, grazie all’aumento delle infrastrutture di collegamento con l’estero (aeroporti in primiis). Il progetto presentato porterà un particolare torneo promosso da una rivista del settore tedesca, in Puglia. Perché la Puglia ha infrastrutture adatte ad un turismo veloce e di nicchia, ma è anche ricca di campi da golf che, grazie alle temperature favorevoli, possono essere utilizzati per 10 mesi all’anno.

15:00 – Piccolo rinfresco e partenza per la Settimana Italiana

I lavori della mattinata si sono conclusi con all’attivo diversi piani di collaborazione. Il gruppo raggiunge quindi lo stand della regione Puglia alla Settimana Italiana, dove Console ed Assessore danno il via alla “festa”. Poi un giro per gli stand ed infine si parte per l’incontro con i Pugliesi di Francoforte e dintorni, ma questa è un’altra storia (al prossimo post).

Una risposta a “La Puglia che fa ricerca ed innovazione si presenta a Francoforte, e nascono opportunità e strategie”

  1. Perché per gli artigiani italiani è importante partecipare alla fiera "Import Shop" di Berlino - italiagermania | il blog

    […] di non “fare sistema” all’estero, ma in Germania esistono delle eccezioni: lo abbiamo visto alla settimana Italiana di Francoforte dove, fra le altre, la Regione Puglia ha presentato i propri […]

    Rispondi

Lascia un commento