L'Open Day di Italia Startup e la creazione di ecosistemi locali [ItaliaGermania in pillole]

400 persone presenti, 1.000 gli utenti collegati in streaming, 1.200 tweet condivisi. 500 metri di cavo, 624 mq di cartellonistica. 328 mq i pannelli in vetro installati, oltre a 10 punti rete wifi, 30 casse audio e 2 mega schermi. Senza dimenticare 90 kg di buffet e le 80 bottiglie di prosecco per salutare Corrado Passera, il Ministro dello Sviluppo Economico, in camicia, ospite d’onore del primo Open Day Italia Startup.

Cos’è Italia Startup?

 

Italia Startup è una piattaforma indipendente che nasce dall’aggregazione di soggetti privati già operativi nel campo dell’innovazione, del digitale e dell’imprenditoria.

La mission è promuovere le istanze delle startup, degli imprenditori e di tutti gli operatori dell’early stage italiani. Coinvolgere chi ha già fatto qualcosa, supportare chi ci sta provando, sensibilizzare chi non ha mai sentito la parola startup.

La sfida è importante, epocale se considerati il tasso di disoccupazione giovanile, la moria delle PMI, la pressione fiscale, le turbolenze finanziarie, i ritardi cronici in infrastrutture. Digitali innanzitutto.

Ma il sottobosco è in fermento, le iniziative si moltiplicano ed intorno ad attrattori di profilo si stanno organizzando ed ibridando progettualità importanti. Che meritano il massimo della diffusione in rete.

Istruzioni minime per l’uso. Ossia, quali erano gli attori dell’evento?

H-Farm, Venture Incubator che opera a livello internazionale in ambito Web, Digital e New Media, favorendo lo sviluppo di startup basate su innovativi modelli di business.

Di base vicino a Venezia, opera a due livelli: fornisce alla startup il capitale necessario all’avvio (seed capital) ed affianca il team con un approccio imprenditoriale, attraverso la fornitura di un range di servizi amministrativi, finanziari e commerciali. L’anima dell’investitore e l’anima dell’incubatore insieme. Iperattiva, innovativa, catalizzatrice ha già preso per mano 31 iniziative. E dunque sede naturale del primo Open Day Italia Startup.

Italia Startup, associazione senza fini di lucro con lo scopo di riunire tutti coloro che, siano essi persone fisiche, enti o persone giuridiche, si occupano, a qualsiasi titolo, di facilitare, gestire e valutare progetti di startup imprenditoriale con forti componenti di innovazione.

Le pillole di ItaliaGermania

Nel frattempo, noi di ItaliaGermania ci impegnamo a cercare indicazioni, immagini, suggerimenti che siano un contributo per regole comuni.

Pare che la prima azione di senso sia il disboscamento, o semplificazione. La parola d’ordine: avvicinare allo zero adempimenti burocratici ed amministrativi, ridurre di conseguenza tempi e costi derivati come le consulenze dei professionisti per orientarsi.

La riflessione è certamente complessa. Le componenti per l’innovazione sono conosciute: talenti, idee, capitali e tecnologia. Ma l’interazione segue dinamiche non lineari, si riverbera secondo più piani interconnessi e pare difficile esportare da ecosistemi non locali le regole per far innescare reazioni positive.

Difficile infatti che valgano le stesse regole che hanno funzionato in Silicon Valley, a Londra e Berlino.

Lascia un commento