L'architettura milanese sbarca a Francoforte per "occuparsi" della propria reputazione

Il 27 giugno Francoforte ospiterà una nuova iniziativa promossa da un ente culturale, la Fondazione dell’Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Milano, in collaborazione con Marmomacc, la fiera internazionale di pietre, design e tecnologie.

Dallo scorso evento tenuto in Triennale di Milano, ci spostiamo al Museo dell’Architettura di Francoforte per assistere all’appuntamento internazionale degli Itinerari di architettura Milanese.

Gli Itinerari di architettura milanese

“È un punto fermo dell’identità competitiva che i paesi debbano guadagnarsi la loro reputazione e non costruirla, ma sembra perfettamente legittimo prendersi la briga di occuparsene

Simon Anholt in L’identità competitiva. Il branding di nazioni, città, regioni

In questo senso si è mosso, ancor prima di Anholt, l’Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Milano nel promuovere l’iniziativa “Itinerari di architettura milanese”: una serie di tour riferiti alla promozione della conoscenza dell’architettura moderna milanese.

Dal 2004 vengono organizzati, con cadenza annuale, degli itinerari tematici programmati da un comitato scientifico e coordinati da professionisti del settore, che costituiscono uno strumento per conoscere l’anima di una città attraverso le sue più rilevanti espressioni del Novecento.

Gli itinerari sono rivolti in principio ai Milanesi, perché i primi ambasciatori di una città sono i cittadini stessi.

Un più approfondito rapporto con le forme dell’architettura e della città può infatti svilupparsi attraverso il progressivo affinamento di capacità di osservazione che uno sguardo disciplinare può promuovere, non solo presso gli architetti, ma più in generale nei confronti della società, al fine di evidenziare il valore fondamentalmente collettivo dell’architettura.

Lo “sbarco” a Francoforte

Con l’evento di Francoforte si accede ad uno step verso l’esterno finalizzato alla valorizzazione delle opere di architettura e degli architetti che le hanno progettate.

La conferenza si terrà mercoledì 27 giugno 2012 presso il Museo dell’Architettura di Francoforte (DAM) e vedrà l’intervento di:

L’Identità Competitiva di Milano

Nel 2006 lo stesso Simon Anholt associava Milano all’aggettivo “stylish”, relegando l’intera identità competitiva della città al settore della moda e del design: un riconoscimento importante che nasconde altri settori strettamente interconnessi, prima fra tutti, l’architettura.

L’dea è che la moda ed il design Milanese sono nati e continuano a crescere all’interno delle strade e dei palazzi della città.

In piena osmosi con l’architettura, il life style, i distretti, gli eventi e tutti gli elementi che concorrono a creare, con diverso peso, il contesto idoneo ad affermare Milano come città creativa. 

Foto da qui

Lascia un commento