Startup in Germania? Come ottenere fondi per l’apertura di attività, anche all'estero [Legal Alert]

  • E’ vero che l’ufficio del lavoro tedesco sovvenziona l’apertura di attività anche all’estero?
  • Quale lingua si parla nelle cause commerciali internazionali tenute in tribunali tedeschi?
  • Quali sono le norme tedesche sul  pignoramento dei conti?
  • Cosa succede se il mio smartphone mi scarica 10mila euro di mappe stradali?

Lo studio legale Dolce • Lauda presenta il primo appuntamento della rubrica Legal Alert: si parla di opportunità e curiosità per fare impresa in Germania (e non solo).

E’ vero che l’ufficio del lavoro tedesco sovvenziona l’apertura di attività anche all’estero?

Ad ottobre dello scorso anno il tribunale sociale dell’Assia ha accolto la domanda di un laureato in economia che aveva richiesto la sovvenzione per rilevare una pizzeria in Austria.

In Germania infatti, per incentivare l’inizio di una attività indipendente da parte di disoccupati, lo stato, tramite l’Agenzia federale per il lavoro (Bundesagentur für Arbeit), versa sovvenzioni a disoccupati che vogliano intraprendere un’attività autonoma.

Se in precedenza veniva richiesto che l’attività venisse intrapresa in Germania, la sentenza dell’anno scorso ha aperto nuove ed interessanti strade, posizionando la Germania al centro d’Europa.

Quale lingua si parla nelle cause commerciali internazionali tenute in tribunali tedeschi?

Abbiamo già parlato dei problemi riguardanti i contenziosi internazionali. Una buona notizia a tal proposito è la ormai prossima istituzione presso il Tribunale di Sezioni per cause commerciali internazionali. Anche il procedimento d’appello presso La Corte d’Appello dovrebbe quindi avvenire in lingua inglese.

Nelle cause commerciali internazionale l’inglese diventa quindi la lingua del tribunale, nel caso le parti l’abbiano concordato (Bundestag-Drucksache 17/2163). Quindi, anche in questo caso, una piccola prevenzione in fase contrattuali può fare la differenza.

Quali sono le norme tedesche sul  pignoramento dei conti?

E di prevenzione si parla anche in merito ai pignoramenti dei conti correnti. Dal primo Gennaio di quest’anno, infatti, un debitore usufruirà di tutela contro i pignoramenti sul suo conto solo nel caso in cui egli sia titolare di un cosiddetto conto a tutela del pignoramento.

Nel caso non si giochi d’anticipo, e l’intero conto viene pignorato, il debitore ha quattro giorni di tempo per trasformare il proprio conto in un conto a tutela del pignoramento. Se il debitore trascura di farlo, diventa soggetto a pignoramento l’intero importo.

Sul conto a tutela del pignoramento deve rimanere per il debitore un importo mensile di 1.028,98 €; questo importo aumenta nel caso in cui il debitore ha obblighi alimentari.

E in Italia? Il diritto italiano non conosce al contrario limiti assoluti: è sempre pignorabile un quinto dello stipendio (Art. 545 comma 4 CPC).

Cosa succede se il mio smartphone mi scarica 10mila euro di mappe stradali?

Lo abbiamo già detto:  i possessori di smartphone in Germania, Italia e Regno Unito sono più propensi a fare un acquisto on line rispetto ai cittadini americani. Difenderli da trappole o semplicemente sviste, favorisce la crescita genuina di un mercato da grandi opportunità (pensiamo alla cosiddetta App Economy)

Il caso: un operatore di telefonia mobile (in Germania) aveva venduto ad un cliente uno Smartphone con installato un software di navigazione che avvia automaticamente, senza particolare preavviso, con l’installazione di un programma, un aggiornamento automatico non gratuito di mappe stradali. Ciò aveva prodotto costi pari a 11.498,05 € in soli 20 giorni.

Tale fattura per uso del cellulare non deve venir saldata: la Corte d’Appello di Schleswig ha riconosciuto, infatti, una chiara violazione dell’obbligo di avvertire esplicitamente il cliente di eventuali “trappole” sui costi.

Foto da qui.

 

14 risposte a “Startup in Germania? Come ottenere fondi per l’apertura di attività, anche all'estero [Legal Alert]”

  1. Rado STEFANO

    Ho una pizzeria in italia da 25 anni vorrei trasferirmi in germania e aprirne una vorrei sapere se ce la possibilita di leasing su arredamento oppure se ce qualche socio di capitale interessato

    Rispondi
  2. Daniele

    Salve, il mio nome è Daniele e io vivo in Germania da 9 mesi. Vorrei sapere come devo fare per aprire una pizzeria in franchising qua in Germania e soprattutto come ricevere soldi a fondo perduto da chi e dove devo recarmi grazie

    Rispondi
    • admin

      Può scrivere direttamente al personale della Camera di Commercio a info@itkam.org e spiegare esattamente quali informazioni le mancano, oltre all’area in cui ha intenzione di aprirla. E’ possibile che possano indirizzarla a uffici locali.

      Rispondi
  3. Sergio

    Ho un brevetto e vorrei produrlo in Germania. Ci sono fondi pubblici per lo sviluppo di startup?

    Rispondi
  4. Cittadini stefania

    Ho trovato un ristorantino a aalen e vorrei sapere aprendo un conto se possibile aiuto per acquisto azienda

    Rispondi
  5. Gaetano

    Salve vorrei aprire un negozio di deferenza per la casa personale casalinghi ecc. Cioè un emporio in germania…come fare per cercare un negozio per affittarmelo…mi può far sapere grazie..

    Rispondi
    • admin

      Ci sono molti siti per la ricerca di locali commerciali, può iniziare da lì nella ricerca o rivolgersi ad una agenzia immobiliare della zona dove vuole operare.

      Rispondi
  6. Gaetano

    Scusate vorrei aprire una pizzeria gastronomia in germania (stoccarda) posso capire come fare e se lo stato tedesco può finanziarmelo?

    Rispondi
  7. Lombardi Giorgio

    Salve, vorrei aprire un’ Etichetta Audio Visiva a Frankoforte. Come potrei ricevere un minimo di fondo Europeo senza chiedere aiuto alla (Bundesagentur für Arbeit)?. Grazie

    Rispondi

Lascia un commento