Perché Berlino è una scommessa vincente per l'agroalimentare piemontese

In questi giorni nove imprese del novarese sono a Berlino per visitare i singoli punti vendita dei reparti di gastronomia di impostanti supermercati e grossisti.

Si tratta di una missione imprenditoriale che unisce due realtà complementari: la prima, quella piemontese, di imprese artigianali regionali pari al 37,6% delle imprese totali (superiore alla media nazionale del 28%); la seconda, quella tedesca, dove il 48% dei consumatori tedeschi è attento alla qualità dei prodotti al momento dell’acquisto.

Le imprese del novarese in numeri

Cresce il numero di imprese novaresi, che nel corso del 2011 acquista 242 unità, un tasso di sviluppo del +0,7%. Il registro delle imprese attualmente conta 32.065 aziende in totale. Il 59,4% opera nel settore dei servizi (24,8% commercio e 34,6% altri settori), il 32,7% nell’industria e il 7,8% nell’agricoltura (dati Unioncamere e CCIAA Novara).

In particolare, le imprese presenti in questi giorni a Berlino sono specializzate nella realizzazione di prodotti tipici, anche di nicchia, forti di tradizioni di più di mezzo secolo.

Due esempi: Capittini Fratelli è presente sul mercato italiano dal 1881. L’Officina del Cioccolato della Pasticceria Grandazzi, famosa oltre i confini del Piemonte per le sue creazioni di cioccolato, è stata fondata nel 1924 ed è un’impresa di successo a conduzione unicamente femminile.

Una fiera in miniatura

Quella organizzata è definibile come una fiera in miniatura: in tre giorni infatti si alternano seminari, incontri B2B, incontri istituzionali, degustazioni e conferenze stampa.

E se al nostro paese si rimprovera spesso una internazionalizzazione fatta da imprese solitarie, che si muovono senza il supporto delle istituzioni, le imprese del novarese si presentano, invece, accompagnate da istituzioni ed associazioni di categoria espressione di una strategia regionale.

L’Ambasciatore Italiano in Germania S.E. Michele Valensise accoglierà ufficialmente la delegazione.

L’agenzia di promozione turistica ATL Novara e il Distretto Turistico dei Laghi offriranno agli importatori berlinesi e ai giornalisti materiale informativo sul territorio.

Per Confartigianato, la più rappresentativa Organizzazione italiana delle PMI, saranno presenti Amleto Impaloni, Direttore di Confartigianato Imprese Piemonte Orientale e Alessandro Scandella, Responsabile per l’internazionalizzazione della Confartigianato Imprese Piemonte Orientale ,

Per il Consorzio Italy Export, nato nel 1975 con lo scopo di promuovere la penetrazione commerciale sui mercati esteri delle PMI, sarà presente Davide Bertinotti, Direttore.

Regione Piemonte e Provincia del Verbano-Cusio-Ossola saranno rappresentata da Massimo Giordano, Assessore Regionale allo Sviluppo Economico, Ricerca e Innovazione, mentre Marcella Severino, assessore provinciale alle attività produttive.

La Camera di Commercio Italiana per la Germania, partner dell’evento, si è inoltre occupata del “training” per le imprese partecipanti informando le aziende partecipanti sulle caratteristiche del mercato tedesco e sugli aspetti interculturali. Un training che trova il suo lato online in italiagermania.

Foto da qui e qui

3 risposte a “Perché Berlino è una scommessa vincente per l'agroalimentare piemontese”

  1. Emilio Radice

    Un iniziativa importante con ottime prospettive per le imprese piemontesi.
    Prego fornire i nomminativi delle aziende partecipanti.
    Grazie.

    Rispondi
    • redazione

      Ciao Emilio,
      la Camera di Commercio Italiana per la Germania ha una policy precisa a riguardo: non fornisce a terzi i dati delle imprese partecipanti, sia dal lato tedesco che da quello italiano principalmente per proteggere la privacy a tutela delle imprese stesse.

      Se però hai un messaggio preciso che vorresti inoltrare alle aziende in merito ad un servizio prodotto o progetto, scrivi pure alla nostra mail: info [at] italiagermania [dot] org

      Rispondi
  2. Una buona pratica su come il Sistema Paese sostiene le imprese agricole in Germania - italiagermania | il blog

    […] Si tratta di un ottima occasione per densità di imprese del settore presenti a Berlino, la capitale di un mercato dove il 48% dei consumatori tedeschi è attento alla qualità dei prodotti al momento dell’acquisto [ne avevamo parlato qui]. […]

    Rispondi

Lascia un commento