Se anche il Ministero dell'Istruzione usa il web in modo strategico?

La notizia è che il Ministero dell”Istruzione, dell”Università e della Ricerca lancia una consultazione pubblica su web sul valore legale del titolo di studio.

Basta andare sul sito web istruzione.it/web/ministero/consultazione-pubblica e attraverso un semplice spazio on line, rispondendo ad alcune domande, l”obiettivo è di consultare tutti i cittadini interessati.

Nel chiedere il supporto via web, attraverso modalità veloci e senza intermediazioni, che anche noi con ItaliaGermania utilizzeremo, l”innovazione è evidente, considerata le attuali modalità di comunicazione delle pubbliche amministrazione italiane.

“Al termine, i contributi ricevuti saranno pubblicati, previo consenso dell”interessato e comunque in forma anonima, sul sito del MIUR e costituiranno il presupposto per tutte le proposte da sottoporre al Consiglio dei Ministri oltre che per i provvedimenti del Ministero”.

Ampliando lo sguardo, possiamo definire questo tipo di approccio wiki cioè, come per esempio in wikipedia, esistono modalità collaborative, basate sulla gratuità, in cui gli interessati, che potremmo definire stakeholder, partecipano attivamente perchè coinvolti direttamente.

Su queste modalità innovative e aperte, definite anche in “crowdsourcing” esistono molteplici esempi sia da parte del privato che del pubblico, su cui torneremo approfonditamente.

Tornando alla consultazione del MIUR, vi invitiamo a laciare la vostra opinione: il termine ultimo per partecipare è il 24 aprile. Lo scopo è capire la percezione comune sul valore legale del titolo di studio.

Lascia un commento